Abbronzarsi riducendo i rischi, l'importanza di usare le migliori creme solari

Abbronzarsi2

L’uso delle migliori creme solari è fondamentale se vuoi avere una bella tintarella ma allo stesso tempo non vuoi aumentare le probabilità di effetti dannosi. Sebbene non esista un’abbronzatura veramente sana e sicura, è possibile ridurre gli effetti negativi dell’esposizione al sole prendendo alcune precauzioni, anche riguardo lo sviluppo di rughe o il cancro alla pelle. A parte i rischi connessi al calore, infatti, l’azione del sole rappresenta un pericolo per scottature ed eritemi, che possono danneggiare in modo permanente la pelle e causare alterazioni precancerose, ma anche per l’insorgenza prematura di rughe e di altri segni di invecchiamento cutaneo. Oltre all’uso di creme solari che siano tra le migliori elenchiamo di seguito alcuni accorgimenti che è bene non trascurare:

CONSIGLI

  • La pelle ben idratata si scotta meno facilmente e si abbronza più facilmente, quindi tieni sempre un bicchiere d’acqua a portata di mano!
  • Se desideri abbronzarti, assicurati di vedere un dermatologo almeno una volta l’anno per un esame di controllo per i segni di cancro della pelle.
  • Girati di tanto in tanto per abbronzarti sia davanti che dietro.
  • La pelle è maggiormente a rischio ad altitudini più alte e man mano che ti avvicini all’equatore.
  • Se hai paura a usare i prodotti autoabbronzanti, prova le creme abbronzanti con fattore di protezione. Applicale come delle normali creme e ti doneranno un bellissimo colorito.
  • Puoi abbronzarti in acqua e sulla neve perché entrambi riflettono e intensificano i raggi solari UV.
  • Se desideri una bella abbronzatura dorata, metti la crema protettiva con fattore 30 come minimo.
  • Il sole è più caldo fra le 10.00 e le 16.00. Se ti esponi in questo intervallo di tempo otterrai un’abbronzatura più intensa.

AVVERTENZE

  • Anche prendendo tutte le precauzioni indicate in questo articolo, i danni alla pelle e il cancro sono delle sfortunate possibilità.
  • Passare del tempo al sole non è l’unico o il miglior modo per procurarsi l’apporto giornaliero di vitamina D. Invece di fare affidamento solo alla luce solare, prova degli integratori.