Cose da sapere sulla nutrizione

Per una buona nutrizione:
Valori Nutrizionali e Calorie: Mela

La mela è il frutto dell’omonimo albero. Esistono tantissime varietà di mele, ma le più commercializzate e conosciute sono le seguenti:

– Annurca: ha la buccia rosso violaceo, la polpa bianca, croccante e succosa.

Fuji: ha la buccia che va dal rosso chiaro allo scuro su fondo giallo verde; la polpa è croccante e succosa ed il sapore è dolce-acidulo e aromatico.

Golden Delicious: di origine americana con la buccia sottile giallo intenso, e la polpa dolce, succosa e profumata di colore giallo oro sfumato di rosa nella parte più esposta al sole; si conserva a lungo senza perdere le sue caratteristiche.

Granny Smith: ha la buccia verdissima, brillante e lucida e polpa croccante dal sapore fresco ed acidulo.Impero: ha la buccia cerosa, di forte colorazione rossa e per la polpa fine e mediamente dolce.

Red Delicious: ha una buccia di colore rosso striato intenso e brillante , e la forma è leggermente allungata e polpa bianca e fondente, profumata dal sapore dolce con acidità ridotta.

Royal Gala: ha buccia bicolore, rossa e gialla, dimensioni medie, una polpa fine, croccante e succosa dal sapore dolce. Ha la capacità di conservarsi più a lungo rispetto ad altre varietà estive.

Stark Deliciuos: ha la buccia prevalentemente rossa, e polpa consistente e farinosa.

QUANDO E COME ACQUISTARE:

Al momento dell’acquisto delle mele, bisogna fare attenzione che risultino ben sode e non presentino ammaccature o avvallamenti. Non devono inoltre cedere facilmente con la semplice pressione delle dita; la buccia deve essere brillante, asciutta e senza tagli, inoltre il picciolo deve essere ben saldo al frutto.

Le mele si raccolgono in tarda estate, ma sono sul mercato tutto l’anno poiché vengono fatte maturare lentamente in atmosfera controllata; così facendo la loro durata è di molto superiore rispetto alla normale conservazione in celle frigorifere. In realtà le mele fresche sono disponibili fino a gennaio, poi entrano sul mercato quelle conservate in atmosfera modificata.

METODO DI CONSERVAZIONE:

La conservazione delle mele può avvenire:

  1. in frigo per oltre un mese, lontano da verdure con foglie poiché le mele producono un gas naturale (l’etilene), che può danneggiarle. Inoltre, durante la conservazione controllare spesso se alcune di esse marciscono: in tal caso, rimuovetele poiché con il contatto, faranno marcire anche le altre;
  2. a temperatura ambiente dovete tenerle in un luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce, così facendo possono durare anche un mese;
  3. in freezer, se volete surgelare le mele, potete farlo solo previa cottura della polpa.

COME CONSUMARE:

Le mele in cucina sono usate per tantissime preparazioni: le troviamo nelle classiche ed intramontabili torte, nei dolci tipici come lo Strudel, nelle frittelle, o semplicemente caramellate per Halloween, nelle macedonie e nelle marmellate.

La mela può essere utilizzata anche nelle pietanze salate: essa è ben impiegata nella composizione di insalate miste, ma anche nei ripieni di pasta fresca, e nel risotto con le mele (tipico del Trentino), o nelle minestre e zuppe. Viene spesso impiegata in ricette con carne a base di curry, come pollo e maiale, ed è spesso accostata al fegato.

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI:

La mela è costituita per l’84-88% da acqua e per questo motivo può rappresentare un valido alimento per la stagione estiva. La mela contiene anche un’elevata percentuale di vitamine, in particolare di vitamina C favorisce l’assimilazione del ferro e facilita inoltrela cicatrizzazione ed aumenta la concentrazione di anticorpi.

Le mele contengono discrete quantità di vitamina C, PP, B1, B2 e sali minerali  come potassio, fosforo,  calcio, magnesio, sodio, ferro. Contengono fruttosio, uno zucchero a basso indice glicemico, che mantiene relativamente costante la glicemia e perciò adatta in moderate quantità anche per diabetici.razie al buon contenuto in fibre ed acido ossalico, la mela ha proprietà sbiancanti e masticata a lungo al termine di un pasto pulisce i denti. La mela contiene inoltre acido malico che facilita la digestione.

Se consumata cruda ha un’azione astringente, mentre mangiata cotta ha spiccate proprietà lassative grazie all’azione delle fibre a della pectina. Visto che la maggior parte delle vitamine e della fibra è contenuta nella buccia, sarebbe buona regola mangiare il frutto intero senza sbucciarlo. Attenzione però alla provenienza del frutto visto il massiccio impiego di sostanze chimiche impiegate in agricoltura, specie nei paesi in via di sviluppo.

Il succo della mela, la buccia e la polpa, applicati sulla pelle producono un effetto tonificante sull’epidermide. Il suo PH acido, la presenza di vitamine (il beta-carotene), di acidi fosforici e benzoici, rendono questo frutto un vero e proprio composto dermatologico naturale.

Valori nutrizionali di 100 grammi di mele: Calorie 38 Kcal Carboidrati 10 g Grassi tr Proteine 0,2 g Fibre 2,6 g
Fonte:
http://www.viveredonna.it/valori-nutrizionali-e-calorie-mela/